LO STATUTO

Articolo 1 – SOCI

L’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti è un’associazione sportiva dilettantistica che riunisce i giornalisti professionisti e i giornalisti pubblicisti regolarmente iscritti all’Ordine e i giornalisti stranieri residenti in Italia e iscritti nell’apposito elenco, tesserati presso la Federazione Italiana Golf, o corrispondenti, di provata rettitudine civica e sportiva.

Articolo 2 – SCOPI

Scopo dell’Associazione è la propaganda, la promozione, la pratica e lo sviluppo del golf, all’interno della categoria e all’esterno della stessa. A tal fine l’AIGG organizza periodiche manifestazioni aperte a tutti i suoi associati per la pratica dell’attività golfistica e per la promozione di scambi culturali e professionali.

Articolo 3 – ORGANI

Organi dell’Associazione sono:
a) l’Assemblea dei Soci
b) il Presidente
c) il Consiglio Direttivo
d) il Collegio dei Revisori
e) il Collegio dei Probiviri

Articolo 4 -ASSEMBLEA DEI SOCI

L’Assemblea si compone di tutti i soci in regola con la quota associativa, stabilita annualmente dal Consiglio Direttivo. L’Assemblea degli iscritti decide gli indirizzi dell’Associazione, può apportare modifiche statutarie seguendo le previste modalità ed è sovrana nell’elezione dei propri dirigenti.

L’Assemblea si riunisce in seduta Ordinaria ogni anno, in coincidenza con la disputa dei Campionati Nazionali di Categoria. Essa è implicitamente convocata con la comunicazione della disputa dei Campionati stessi. Ogni 4 anni l’Assemblea avrà funzioni elettive.
L’Assemblea si può riunire in seduta straordinaria su convocazione del Consiglio Direttivo o su richiesta scritta al Consiglio stesso di almeno un terzo degli iscritti . Nel corso delle Assemblee Ordinarie o Straordinarie dell’AIGG, ogni socio può rappresentare per delega un solo iscritto all’Associazione stessa. La convocazione dell’Assemblea Straordinaria deve avvenire per lettera, email o altri mezzi elettronici di comunicazione, con un preavviso di almeno 20 giorni sulla data di effettuazione. La convocazione dell’Assemblea Straordinaria è obbligatoria nel caso si propongano modifiche statutarie. Dette modifiche dovranno essere esplicitate nella convocazione. L’Assemblea Straordinaria si intende validamente costituita con la presenza di almeno un terzo degli iscritti. Per procedere alle modifiche statutarie sarà necessaria l’approvazione di ogni singola voce di variazione con una maggioranza del 50% + 1 degli aventi diritto al voto alla data della convocazione. L’Assemblea Ordinaria o Straordinaria è presieduta dal Presidente dell’Associazione o, in sua vece, dal Vice-Presidente Vicario.

Articolo 5 – PRESIDENTE

Il Presidente ha la rappresentanza legale dell’Associazione. Firma gli atti dell’Associazione e, ove ricorra l’ipotesi di estrema urgenza, in particolare quando sia necessario provvedere ad atti dovuti e adempimenti indifferibili, può disporre anche su materia del Consiglio Direttivo al quale, alla prima riunione, sottoporrà la ratifica dei provvedimenti adottati.

Articolo 6 – CONSIGLIO DIRETTIVO

L’Associazione è retta da un Consiglio Direttivo composto da 1 Presidente e 8 Consiglieri, tutti eletti fra gli iscritti. La gestione patrimoniale è controllata da 2 Revisori dei Conti eletti fra gli iscritti. La dirittura morale è garantita in ultima istanza dal Collegio dei Probiviri composto da 3 elementi ed eletto fra gli iscritti. Presidente, Consiglieri, Revisori e Probiviri restano in carica per 4 anni.

In relazione all’attività associativa riguardante gli aspetti sportivi e comportamentali il Consiglio Direttivo è delegato ad adottare Regolamento interno.

Il Consiglio Direttivo eleggerà al suo interno fino a due Vice-Presidenti e il segretario responsabile dei rapporti con gli associati. Eleggerà, inoltre, il Responsabile dell’attività sportiva e il Tesoriere e, fra tutti i componenti il Consiglio, verranno quindi suddivise le altre deleghe operative. Il Consiglio decide a maggioranza semplice e in caso di parità prevarrà il voto del Presidente o, in sua assenza, del Vice-Presidente. Il Consiglio Direttivo nomina una Commissione Sportiva formata da tre membri, uno dei quali, con funzione di presidente della Commissione stessa, sarà di diritto il consigliere delegato all’attività sportiva. Tutti i componenti del Consiglio Direttivo dovranno anche assolvere il compito di delegati di zona. In caso di dimissioni di uno o più consiglieri, i posti vacanti vengono assegnati ai primi dei non eletti così come risulta dai verbali nell’ultima Assemblea elettiva. Qualora i prescelti declinassero l’offerta o mancassero nominativi sufficienti ad integrare il Consiglio, il Consiglio stesso procede alla cooptazione di nuovi membri scegliendo tra tutti i soci in regola con la quota a annuale. I prescelti dovranno ricevere parere positivo da almeno due terzi dei consiglieri. Le nomine così effettuate andranno ratificate alla prima Assemblea.

Articolo 7 – ELEZIONI

L’Assemblea elegge direttamente fra i giornalisti professionisti il Presidente. Quindi procede all’elezione dei Consiglieri, dei Revisori dei Conti e dei Probiviri. Le elezioni avvengono per scrutinio segreto e a maggioranza semplice dei votanti. Ogni iscritto è titolare del diritto di elettorato attivo e passivo. Nella elezione dei Consiglieri ogni scheda non potrà contenere più di 5 preferenze.

Articolo 8 – COLLEGIO DEI REVISORI

Il Collegio dei Revisori sovrintende alla regolarità tecnico-gestionale-economica dell’Associazione.

Articolo 9 – COLLEGIO DEI PROBIVIRI

È incaricato dal Consiglio Direttivo di dirimere le controversie di ordine etico morale che dovessero sorgere tra gli associati. È altresì libero di prendere iniziative autonome, previa comunicazione delle stesse al Consiglio Direttivo.

Articolo 10 – CARICHE

Tutte le cariche in seno all’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti non comportano alcuna retribuzione.

Articolo 11 – SCIOGLIMENTO

Lo scioglimento dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti è deliberato dall’Assemblea dei Soci riunita in seduta Straordinaria. Essa provvede alla nomina di uno o più liquidatori e ne determina i poteri. Per ogni causa di scioglimento dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti, tutti i beni della stessa, dopo che siano ripianate eventuali passività, sono devoluti ad associazioni umanitarie o ad altre associazioni analoghe di pubblica utilità previste dall’organo di controllo ai sensi di legge. E’ esclusa in ogni caso l’assegnazione dei beni ai soci.

Articolo 12 – ALTRE NORME

L’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti è affiliata alla Federazione Italiana Golf e per quanto non previsto dal presente statuto varranno le norme della F.I.G. stessa.

Questa voce è stata pubblicata in privacy. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *